Manduria (TA)
direzione.teatromagazine@gmail.com

LA FORZA DEL TEATRO

LA FORZA DEL TEATRO

Il teatro in questo momento subisce ma immediatamente reagisce.

Fa sentire la sua voce, ma senza urlare. Il teatro, come milioni di altre realtà, si è ritrovato da un giorno all’antro a dover immediatamente e inavvertitamente interrompere e annullare senza mezzi termini la sua programmazione. Ciò ha causato non pochi disagi alle stagioni teatrali in corso.

Inutile negare che, anche se piccolo e invisibile agli occhi dell’uomo, il virus “Covid-19” ci ha sorpreso impreparati e ci ha trascinato in una pandemia mai vissuta prima. Il mondo momentaneamente sospeso in ogni sua forma. Il Teatro: attori, registi, direttori responsabili, tecnici delle luci, scenografi, direttori artistici, produttori, addetti al botteghino, sarti, truccatori, tantissimi lavoratori che rischiano di essere dimenticati. Quali potrebbero essere i giusti provvedimenti? 

Ci rivolgiamo al direttore artistico del teatro comunale Fusco di Taranto, Michelangelo Busco, che con l’eleganza e la riservatezza che lo contraddistingue, ci accoglie ancora una volta per raccontarci in che modo il teatro da lui diretto ha risposto alla pandemia. 

E’ innegabile che quanto sta accadendo ha colto tutti impreparati e dopo una quarantena che sta andando oltre le peggiori previsioni, cominciamo ad avvertire le conseguenze psichiche e pratiche di questo lungo fermo. Interi comparti produttivi bloccati dalla pandemia oggi fanno i conti con la voglia di riaprire, ma con scarse e disordinate soluzioni che affrontino la ripartenza nelle giuste distinzioni per tipologie di attività. Alla luce di tutto ciò è evidente che il comparto del turismo e della cultura sono tra i peggio danneggiati. Da un’analisi approssimativa, nel settore culturale operano circa 500 mila addetti distribuiti tra attori, cantanti, ballerini, musicisti, agenzie, maestranze, ecc. Al momento c’è tanto smarrimento e paura per il futuro senza aver ricevuto assicurazioni in merito, inoltre gli investimenti paventati a sostegno del comparto sono assolutamente insufficienti per superare la crisi che si è creata. Poi c’è la gravante psicologica riferita alla voglia che il pubblico avrà di tornare a teatro o nei luoghi dove si svolgono manifestazioni. Sono allo studio delle soluzioni che cambino un po’ il modo di assistere agli spettacoli live ma niente di certo. Noi continuiamo a sperare che la ripartenza non stravolga troppo le modalità di lavoro acquisite. Attendiamo disposizioni in merito.

 Il Teatro comunale Fusco, di Taranto in che modo ha risposto a questo momento di pandemia?

Come dicevo la chiusura ci ha colti di sorpresa e in gran fretta ci siamo attivati per recuperare gli spettacoli in cartellone, spostandoli nel mese di maggio che ci sembrava una scadenza sufficiente per tornare alla normalità. Con il Teatro Pubblico Pugliese, gestore del Teatro e la collaborazione dell’amministrazione comunale, nella persona dell’ Assessore alla cultura Fabiano Marti, abbiamo attivato tutti i sistemi di recupero e rimborso che sono ancora in atto. Attendiamo il 4 maggio per capire se sarà possibile recuperare qualcosa, ma da notizie di corridoio la cosa sembra improbabile.

Ci permettiamo di fare da tramite, tra voi e il numeroso pubblico che ha sempre riempito la sala del vostro teatro. Cosa rispondiamo alle domande:

Io avevo comprato un biglietto. Adesso lo spettacolo è stato annullato. Ed ora che succede?

Per gli spettatori del nostro cartellone in possesso di abbonamenti o singoli biglietti, abbiamo attivato sul circuito Viva ticket una procedura di rimborso tramite voucher che permetta di rivedere lo stesso titolo, se si può recuperare, o di spendere il voucher per altri spettacoli nel prossimo cartellone in programmazione.

È possibile chiedere un rimborso piuttosto che un buono per il prossimo spettacolo?

Come da procedura legata al decreto:

 📌 PROROGA SOSPENSIONE DEGLI SPETTACOLI DEL CIRCUITO TPP: COME RICHIEDERE L’EMISSIONE DEI VOUCHER 📌

A seguito delle nuove disposizioni del Governo è PROROGATA al 3 maggio 2020 la sospensione di tutti gli spettacoli in programma nei teatri del circuito Teatro Pubblico Pugliese.

SEI TITOLARE DI UN BIGLIETTO O UN ABBONAMENTO VALIDO PER GLI SPETTACOLI CHE AVREBBERO DOVUTO ANDARE IN SCENA NEL PERIODO DI SOSPENSIONE (DAL GIORNO 8 MARZO AL 3 MAGGIO 2020)?

HAI DUE POSSIBILITÀ:
1. CONSERVA IL TICKET E POTRAI UTILIZZARLO NELLE DATE IN CUI LO     SPETTACOLO VERRÀ RIPROGRAMMATO. AVREMO CURA DI COMUNICARTI PER TEMPO TUTTE LE NUOVE DATE APPENA SARANNO DEFINITE.

2. RICHIEDI IL RIMBORSO DI TITOLI, BIGLIETTI E RATEI ABBONAMENTI, OTTENENDO L’EMISSIONE DEI VOUCHER ATTRAVERSO IL SERVIZIO VIVAVOUCHER.
La piattaforma è attiva fino al 16 maggio (salvo diversa previsione in sede di conversione in legge DL dl 18/2020) e consente di ottenere l’emissione dei voucher (per lo stesso importo dei titoli) da utilizzare nel circuito vivaticket (on line, punti vendita e botteghini dei teatri) per tutti gli eventi organizzati dal tpp

📍COME PUOI UTILIZZARE IL VOUCHER?
Il voucher rilasciato è spendibile, entro un anno dalla data di emissione, sul portale Vivaticket.it (ON LINE, PUNTI VENDITA E BOTTEGHINI DEI TEATRI) per l’acquisto di titoli per gli eventi messi in vendita dal TPP. Potrà essere utilizzato per acquisti fino al raggiungimento del valore del voucher oppure per acquisti di importo superiore, a copertura parziale del costo.

📍COSA DEVI FARE PER RICHIEDERE IL VOUCHER?
Per poter richiedere il voucher è necessario essere registrati al portale Vivaticket.it.
Ricordati di tenere a portata di mano il biglietto o l’abbonamento o la ricevuta relativa al titolo per il quale hai diritto ad avere il rimborso tramite voucher. Ti verrà infatti richiesto di inserire uno dei seguenti dati identificativi:

  • Codice Transazione o Ricevuta presente sul biglietto o Abbonamento standard Vivaticket, oppure sulle mail di conferma e nelle ricevute degli acquisti Internet
  •  Sigillo fiscale visibile sul biglietto o Abbonamento
  •  Codice a Barre, se presente sul biglietto o abbonamento.

Una volta caricati tutti i dati, potrai procedere con l’invio della richiesta che passerà alla fase di validazione da parte dei sistemi Vivaticket.

Tieni monitorata la tua mail. L’esito della richiesta avanzata verrà comunicato all’indirizzo inserito in fase di registrazione.

Per le Stagioni teatrali dei Comuni di:
Fasano-Teatro Kennedy, Cerignola-Teatro Roma Teatro Cinema e…, Castellaneta-Teatro Valentino, Aradeo-Teatro Modugno, Polignano-Teatro Vignola, Conversano-Teatro Norba, Martina Franca-Teatro Verdi e Cinema Teatro Nuovo. Dove non è attiva la biglietteria Vivaticket per ottenere l’emissione dei voucher occorrerà inviare richiesta a mezzo mail all’indirizzo: tpp@teatropubblicopugliese.it o a mezzo PEC tpp@pec.itallegando scansione o foto di biglietti e tessere abbonamento in proprio possesso.

 Lo spettacolo per cui avevo già un biglietto non è stato annullato ma rinviato a data da destinarsi. Sarò avvertito della nuova data?

Laddove sarà possibile recuperare lo spettacolo, i possessori di biglietto saranno avvisati tempestivamente.

Io invece sono un abbonato. Se non si riuscisse a riprendere la stagione, cosa succederà?

Prima del 4 maggio non sono in grado di dare queste informazioni poiché le nuove disposizioni faranno chiarezza sul preciso momento nel quale potremo riaprire le attività e quindi sul recupero totale o parziale degli spettacoli in abbonamento.

Il teatro è un bene comune, io voglio sostenerlo in questo momento difficile, c’è un modo per farlo?

Certo, dandoci la fiducia e continuando a credere che la cultura deve essere un motore propulsivo che libera la mente e genera bellezza. Sostenendo le nostre iniziative future potremo tornare a vivere e creare, il Covid non può uccidere i nostri sogni!

Valeria S.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *