Betùn

“Pròsopo Project | Spazio di Vita, Terre di Maschere”,

il progetto della 

Compagnia Teatrale Neamera

in collaborazione con la 

Cooperativa sociale Open di Parco Palmieri

Continuano nel segno del linguaggio teatrale le attività di “Pròsopo Project – Spazio di Vita, Terre di Maschere”, il progetto della Compagnia Teatrale Neamera in collaborazione con la Cooperativa sociale Open di Parco Palmieri, tra i 62 vincitori del bando nazionale FUNDER35. Un percorso che, attraverso una prospettiva teatrale, antropologica e artigianale, vuole dare rilievo all’uso e alla conoscenza delle maschere nella Grecìa Salentina, un’area di tradizioni carnevalesche arcaiche.

Si tratta di un’iniziativa che ha già prodotto nel corso del 2018 e 2019 eventi culturali come spettacoli, convegni, esposizioni, laboratori, che hanno visto la partecipazione di artisti nazionali ed internazionali e il coinvolgimento della comunità locale, in primis del mondo della scuola ma anche dei minori immigrati, con la restituzione di competenze e l’arricchimento dell’offerta culturale legata al Carnevale della Grecìa Salentina.

Il progetto prosegue a maggio con una ricca proposta di spettacoli teatrali che mettono al centro l’uso della maschera attraverso le forme espressive del linguaggio del Teatro di figura, del Teatro comico, senza parole, della pedagogia del movimento.

Il secondo appuntamento con la rassegna, vedrà in scena la compagnia italo-spagnola Teatro Strappato con lo spettacolo Betún, di e con Cecilia Scrittore e Vene Vieitez.

Betún è un bambino di strada, uno di tanti milioni, senza nessuno, senza niente. La sua storia è una poesia sul vuoto, che riesce a colmare di emozione il cuore del pubblico.

Un indimenticabile spettacolo di maschere senza parole, ma con un grande significato, una favola teatrale che si materializza e svanisce dinanzi al pubblico. Immagini portate e poi spazzate via dal vento, che lasciano ricordi indimenticabili.

Un viaggio per un sentiero segnato da mille minuscoli passi, impronte anonime di piccoli piedi scalzi, un canto muto alla coscienza degli uomini, un pianto senza lacrime né sospiri, un gruppo di bambini uniti dall’abbandono, una casa di cartone e non di cioccolato, un sogno che si crepa come l’asfalto delle strade non curate, una societá di individui soli che si temono fra loro, un giocare a nascondino nelle fognature, una caduta nel vuoto che non finisce mai, un bambino che voleva essere un supereroe, per il momento è diventato invisibile, quel bambino ormai nessuno lo guarda più. Ma chi può accorgersi che è lì? Betún è parte del paesaggio, tanto presente, tanto costante che nessuno se ne accorge, nessuno lo vede.

Questo spettacolo racconta una storia moderna, una favola dei nostri tempi, che potrebbe cominciare con “C’era una volta la strada…”. Il nostro eroe quindi non è proprio un eroe, è piú piccolo, diciamo che è un quarto di eroe, e come in tutte le favole che si rispettino ci sono molte cose brutte e sbagliate, cose cattive… Betún vive, sogna, lavora, dorme e gioca sulla strada, l’asfalto é il suo tappeto e il marciapiede il suo salotto. La sua storia é del colore della sua casa, della sua vita, é una favola nera di sogni e realtá. E quindi questo spettacolo non si divide in atti né scene, ma in 4 sogni e 5 realtá che ci mostrano il viaggio verso l’inferno di un bambino condannato alla strada.
Betún é una breve poesia teatrale su una cruda e sconcertante realtá che opprime troppi bambini nel mondo.
Con questo spettacolo Teatro Strappato desidera offrire al pubblico l’opportunitá di conoscere quell’implacabile trappola di asfalto che minaccia milioni di bambini.
Tutto quello che succede in “BETÚN” ci é stato raccontato da bambini di strada.
Parco Turistico Culturale Palmieri – Palazzo Palmieri
Venerdì 10 Maggio 2019 – ORE 21.00
Ingresso: 7,00 adulti – 3,00 bambini – Posti limitati, gradita prenotazione

INFO e BIGLIETTERIA

Compagnia Teatrale Neamera

Tel. 349.4242921 – neamera.teatro@gmail.com

Info Point di Parco Palmieri

Palazzo Palmieri – Piazza Palmieri 12 – Martignano (Le)

Tel. 389.5544424 – 392.3309993 – info@parcopalmieri.it

www.prosopoproject.it – @prosopoproject – #prosopoproject

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *